IN EVIDENZA

Premio Penna d’Oca 2016 a Cristina Salvato, menzioni speciali “Giornalismo d’inchiesta” per Luca Ingegneri ed Elena Livieri. Tributo a Giancarlo Murer

Schermata 2018-05-25 alle 12.25.44

PADOVA, 13 aprile 2017 – Cristina Salvato, 46 anni, cronista del “Mattino di Padova”, è la vincitrice del premio Penna d’oca 2016 promosso dall’Associazione Stampa Padovana con il patrocinio dell’Ordine dei Giornalisti del Veneto. La giornalista è stata premiata nel corso di una cerimonia che si è svolta nella sala Rossini del Pedrocchi a Padova. Due menzioni speciali “Giornalismo d’inchiesta” sono state assegnate ai giornalisti Luca Ingegneri (Il Gazzettino) ed Elena Livieri (il Mattino)

---------------------



Consiglio Direttivo
Assostampa Padova

Stefano Edel (presidente)
Plinio Romagna (vice presidente)
Lorella Miliani (tesoriere)
Cristina Marchesi (segretario)
Antonino Padovese (fiduciario)
Guido Barbato
Alessandro Mantovani

Contatti
assostampa@assostampa-padova.it

Suicidi, l'Ordine raccomanda moderazione per evitare l'effetto emulazione

A seguito di numerosi articoli e servizi dedicati negli ultimi giorni settimane dai mezzi d'informazione della regione a casi di suicidio, l'Ordine dei giornalisti del Veneto raccomanda ai direttori e a tutti i giornalisti di evitare l'enfatizzazione di episodi di questo tipo, e invita i mezzi d'informazione a trattare le notizie con il massimo rispetto per la sofferenza e per la dignità delle persone, come previsto dalle norme deontologiche della professione.

Uno spazio eccessivo ai suicidi può scatenare effetti di emulazione e tale aspetto non può e non deve essere sottovalutato nel momento in cui una testata giornalistica decide di dare risalto a tali notizie. Si ricordano a tal proposito i numerosi provvedimenti emessi dal Garante per la Privacy: il Codice deontologico relativo al trattamento dei dati personali nell'esercizio dell´attività giornalistica prevede esplicitamente che l'informazione sia limitata ai dati essenziali, e venga data nel rispetto della dignità della persona.

I servizi pubblicati negli ultimi giorni saranno presi in esame dal Consiglio per verificare il rispetto delle norme deontologiche.