IN EVIDENZA

Premio Penna d’Oca 2016 a Cristina Salvato, menzioni speciali “Giornalismo d’inchiesta” per Luca Ingegneri ed Elena Livieri. Tributo a Giancarlo Murer

Schermata 2018-05-25 alle 12.25.44

PADOVA, 13 aprile 2017 – Cristina Salvato, 46 anni, cronista del “Mattino di Padova”, è la vincitrice del premio Penna d’oca 2016 promosso dall’Associazione Stampa Padovana con il patrocinio dell’Ordine dei Giornalisti del Veneto. La giornalista è stata premiata nel corso di una cerimonia che si è svolta nella sala Rossini del Pedrocchi a Padova. Due menzioni speciali “Giornalismo d’inchiesta” sono state assegnate ai giornalisti Luca Ingegneri (Il Gazzettino) ed Elena Livieri (il Mattino)

---------------------



Consiglio Direttivo
Assostampa Padova

Stefano Edel (presidente)
Plinio Romagna (vice presidente)
Lorella Miliani (tesoriere)
Cristina Marchesi (segretario)
Antonino Padovese (fiduciario)
Guido Barbato
Alessandro Mantovani

Contatti
assostampa@assostampa-padova.it

Cronisti aggrediti a Erba dal servizio d'ordine della Lega Nord

Il Gruppo Cronisti Lombardi esprime solidarietà ai fotoreporter e ai cineoperatori che sabato 19 marzo sono stati insultati e spintonati dagli addetti al "servizio d'ordine" della Lega Nord in occasione della visita del ministro Umberto Bossi al polo fieristico di Erba, dove si festeggiava il ventennale della locale sezione leghista.
Secondo le testimonianze di alcuni colleghi, i "vigilantes" non solo hanno tenuto alla larga i cronisti con maniere brusche (a un collega e' stato tirato addosso con forza un ombrello), ma hanno anche tentato di spaccare le macchine fotografiche e di strappare di mano le telecamere, intimidendoli e intralciando il loro lavoro.

Il Gruppo Cronisti Lombardi condanna l'episodio ed esprime preoccupazione per quest'ennesimo segnale di violenta insofferenza nei confronti degli operatori dell'informazione: non a caso fatti di questo tipo accadono sempre più frequentemente, dimostrando in maniera inequivocabile la volontà di addomesticare i cronisti e di tenerli alla larga quando la loro "curiosità" non viene gradita.