IN EVIDENZA

Premio Penna d’Oca 2016 a Cristina Salvato, menzioni speciali “Giornalismo d’inchiesta” per Luca Ingegneri ed Elena Livieri. Tributo a Giancarlo Murer

Schermata 2018-05-25 alle 12.25.44

PADOVA, 13 aprile 2017 – Cristina Salvato, 46 anni, cronista del “Mattino di Padova”, è la vincitrice del premio Penna d’oca 2016 promosso dall’Associazione Stampa Padovana con il patrocinio dell’Ordine dei Giornalisti del Veneto. La giornalista è stata premiata nel corso di una cerimonia che si è svolta nella sala Rossini del Pedrocchi a Padova. Due menzioni speciali “Giornalismo d’inchiesta” sono state assegnate ai giornalisti Luca Ingegneri (Il Gazzettino) ed Elena Livieri (il Mattino)

---------------------



Consiglio Direttivo
Assostampa Padova

Stefano Edel (presidente)
Plinio Romagna (vice presidente)
Lorella Miliani (tesoriere)
Cristina Marchesi (segretario)
Antonino Padovese (fiduciario)
Guido Barbato
Alessandro Mantovani

Contatti
assostampa@assostampa-padova.it

Sindacato Veneto Giornalisti in piazza a Roma con la Cgil

S-Pennati400
Il Consiglio direttivo del Sindacato giornalisti del Veneto ha deciso di appoggiare la scelta della Cgil di scendere in piazza sabato 25 ottobre a Roma in difesa dell’articolo 18 con la manifestazione «Lavoro, dignità, uguaglianza». Il Consiglio direttivo ha stabilito di stare a fianco della sigla sindacale, contrario al demansionamento e alla mancata reintegrazione in caso di licenziamento illegittimo. «Auspichiamo che aderisca anche la Fnsi nazionale«.

In una congiuntura editoriale dove si aprono stati di crisi, le redazioni chiudono o sono sempre più “spolpate” di colleghi giornalisti, le televisioni locali faticano, le assunzioni stanno diventando una chimera e i collaboratori ricevono pochi euro anche per un’intera giornata di lavoro, occorre sì cambiare la politica economica dell’Italia ma bisogna anche impedire che dilaghi ancor di più la precarietà. L'Italia non ha bisogno di lavoratori sempre più ricattabili, ma ha invece l’assoluta necessità di rilanciare l'occupazione, creare nuovi posti di lavoro e di estendere i diritti e le tutele.
Una delegazione del Sindacato giornalisti del Veneto sarà presente alla manifestazione del 25 ottobre  alla quale sono invitati tutti i colleghi del Consiglio direttivo, dei Cdr, delle redazioni e i lavoratori parasubordinati e autonomi.
Auspichiamo che aderisca anche la Fnsi nazionale.