IN EVIDENZA

Premio Penna d’Oca 2016 a Cristina Salvato, menzioni speciali “Giornalismo d’inchiesta” per Luca Ingegneri ed Elena Livieri. Tributo a Giancarlo Murer

Schermata 2018-05-25 alle 12.25.44

PADOVA, 13 aprile 2017 – Cristina Salvato, 46 anni, cronista del “Mattino di Padova”, è la vincitrice del premio Penna d’oca 2016 promosso dall’Associazione Stampa Padovana con il patrocinio dell’Ordine dei Giornalisti del Veneto. La giornalista è stata premiata nel corso di una cerimonia che si è svolta nella sala Rossini del Pedrocchi a Padova. Due menzioni speciali “Giornalismo d’inchiesta” sono state assegnate ai giornalisti Luca Ingegneri (Il Gazzettino) ed Elena Livieri (il Mattino)

---------------------



Consiglio Direttivo
Assostampa Padova

Stefano Edel (presidente)
Plinio Romagna (vice presidente)
Lorella Miliani (tesoriere)
Cristina Marchesi (segretario)
Antonino Padovese (fiduciario)
Guido Barbato
Alessandro Mantovani

Contatti
assostampa@assostampa-padova.it

PREMIO PENNA D'OCA 2011

Articolo 1. Assostampa Padova bandisce il premio Penna d’Oca, storico riconoscimento assegnato dall’Associazione provinciale della stampa padovana. Il premio vuole sottolineare il ruolo e la funzione che il cronista svolge nel lavoro quotidiano a contatto con i cittadini, evidenziando coloro che si sono particolarmente distinti per impegno sociale, professionale e umano. (continua)

Nome e indirizzo non essenziali. Il garante della privacy censura quotidiano

Costituisce violazione della privacy la pubblicazione, ritenuta non essenziale ai fini di una cronaca giornalistica, del nominativo e dell'indirizzo dell'abitazione privata di una persona rimasta vittima di un furto in appartamento e di una aggressione. Lo ha stabilito il Garante per la protezione dei dati personali con il provvedimento n. 399 del 26 ottobre 2011, pronunciandosi in merito ad un ricorso presentato da un cittadino nei confronti di un quotidiano locale veneto. (continua)

Corsi truffa di giornalismo. La denuncia dell'Ordine del Veneto

L'Ordine dei giornalisti del Veneto ha segnalato all'Ordine nazionale, all’INPGI e alle autorità competenti l'esistenza di sedicenti corsi di formazione che, tramite Internet, in modo poco trasparente e normalmente dietro il pagamento di somme di denaro, promettono percorsi finalizzati al conseguimento dell'iscrizione all'Albo professionale. (continua)

Il Mattino di Padova e il Corriere delle Alpi in sciopero contro la riduzione dell'organico e la chiusura della redazione di Feltre

ilmattinodipadova
Domenica 17 dicembre il mattino di Padova e il Corriere delle Alpi non saranno in edicola e i siti web, nella giornata di sabato 16, non saranno aggiornati per uno sciopero indetto dai giornalisti delle due testate. La redazione di Padova è in stato di agitazione e ha deciso l'astensione dal lavoro (l'ultimo sciopero non nazionale risale al 2005) perché l'Azienda ha comunicato che non sostituirà un collega che andrà in pensione e ha chiuso, inoltre, ogni spiraglio di discussione sulle previste uscite di altri due giornalisti nel 2012. (continua)

Cumulo: Cescutti replica al Presidente dell'Ungp Iselli

Il mio appello in favore dei giornalisti precari, le cui già deboli speranze di stabilizzazione verrebbero frustrate se nel prossimo Cda dell’Inpgi (elezioni in febbraio) prevalesse fra i dieci consiglieri pensionati lo slogan “Cumulo senza limiti fra pensione e redditi da lavoro!”, ha suscitato la reazione del collega Giuseppe Iselli, consigliere Inpgi e Presidente dell’Unione giornalisti pensionati. Il quale, oltre che con me, se l’è presa con Enzo Iacopino, Presidente del nostro Ordine nazionale, il quale nel corso di un’assemblea istituzionale aveva affermato con forza di condividere le mie preoccupazioni e il mio appello. (continua)