IN EVIDENZA

Penna d’oca 2015 a Cristiano Cadoni (il Mattino). Menzione speciale a Giacon (il Gazzettino). A Roberta Polese il riconoscimento di Stampa Veneta Insiemeo

Mauro Giacon, Roberta Polese, Cristiano Cadoni

Cristiano Cadoni, 45 anni, cronista del “Mattino di Padova”, è il vincitore del premio Penna d’oca 2015 promosso dall’Associazione Stampa Padovana con il patrocinio dell’Ordine dei Giornalisti del Veneto. Il giornalista è stato premiato nel corso di una cerimonia che si è svolta nella sala Rossini del Pedrocchi a Padova. Una menzione speciale è stata assegnata al giornalista Mauro Giacon (Il Gazzettino). A Roberta Polese un riconoscimento di Stampa Veneta Insieme.

---------------------



Consiglio Direttivo
Assostampa Padova

Stefano Edel (presidente)
Plinio Romagna (vice presidente)
Lorella Miliani (tesoriere)
Cristina Marchesi (segretario)
Antonino Padovese (fiduciario)
Guido Barbato
Alessandro Mantovani

Contatti
assostampa@assostampa-padova.it

Premio Penna d'Oca 2013

“La Padova che non funziona: cose da migliorare in città e in provincia”, Questo il tema del premio giornalistico Penna d’Oca 2013 organizzato dall’Associazione della stampa Padovana con il patrocinio dell’Ordine dei Giornalisti del Veneto. Due le categorie: carta stampata, informazione radiotelevisiva e online. Per la partecipazione, aperta a tutti gli iscritti all’Ordine dei Giornalisti, gli elaborati, pubblicati o trasmessi nel corso del 2013, dovranno essere inviati ad Assostampa Padova entro il 20 gennaio 2014.

(continua)

È morto Bruno Agrimi

E' morto nei giorni scorsi, Bruno Agrimi, storico volto delle tv locali. Agrimi si è spento nella Casa di Cura di Abano Terme, il prossimo 22 gennaio avrebbe compiuto 80 anni. Insegnante di lettere nelle scuole superiori, aveva abbandonato l'insegnamento negli anni Cinquanta. Si iscrisse all'albo dei giornalisti ed è stata la voce e il volto dal Veneto per Radio e Tele Capodistria. (continua)

Il lavoro per il web va pagato

Il Sindacato giornalisti del Veneto, la Commissione regionale Lavoro autonomo, la Consulta dei Comitati e fiduciari di redazione dei quotidiani, periodici, uffici stampa, emittenti nazionali e locali, preso atto della grave situazione del settore, e consapevoli delle potenzialità della multimedialità per il rilancio dell’editoria, richiamano comunque le aziende al rispetto dei contratti nazionali di lavoro Fnsi-Fieg-Aeranti-Corallo che in questi mesi stanno vivendo un’importante fase di rinnovo quadriennale. (continua)