IN EVIDENZA

Premio Penna d’Oca 2016 a Cristina Salvato, menzioni speciali “Giornalismo d’inchiesta” per Luca Ingegneri ed Elena Livieri. Tributo a Giancarlo Murer

Schermata 2018-05-25 alle 12.25.44

PADOVA, 13 aprile 2017 – Cristina Salvato, 46 anni, cronista del “Mattino di Padova”, è la vincitrice del premio Penna d’oca 2016 promosso dall’Associazione Stampa Padovana con il patrocinio dell’Ordine dei Giornalisti del Veneto. La giornalista è stata premiata nel corso di una cerimonia che si è svolta nella sala Rossini del Pedrocchi a Padova. Due menzioni speciali “Giornalismo d’inchiesta” sono state assegnate ai giornalisti Luca Ingegneri (Il Gazzettino) ed Elena Livieri (il Mattino)

---------------------



Consiglio Direttivo
Assostampa Padova

Stefano Edel (presidente)
Plinio Romagna (vice presidente)
Lorella Miliani (tesoriere)
Cristina Marchesi (segretario)
Antonino Padovese (fiduciario)
Guido Barbato
Alessandro Mantovani

Contatti
assostampa@assostampa-padova.it

Save the dates

Tre importanti incontri, annunciati dal Sindacato dei Giornalisti del Veneto. Ordine dei giornalisti e Re:fusi, sono in programma nelle prossime settimane. Si parte però stasera a Schio (Vicenza) dove è in programma l’incontro “I cronisti minacciati, le notizie oscurate”. Presente Alberto Spampinato, giornalista, fratello di Giovanni Spampinato: giovane, coraggioso cronista ucciso dalla mafia nel 1972.
Mercoledì 17 febbraio, alle ore 10, nella sede dell’Ordine dei giornalisti del Veneto, verrà inaugurato l’anno 2010 della Scuola di giornalismo “Dino Buzzati”. l’avvio delle attività si avrà con una prolusione dello scrittore Tiziano Scarpa, ultimo vincitore del “Premio Strega”. Contestualmente a questa prima lezione, aperta a tutti, prenderà l’avvio anche il IX Corso di formazione per i praticanti giornalisti, iscritti alla sessione di aprile degli esami di idoneità professionale. Per loro, ovviamente, la presenza sarà obbligatoria.
Re:fusi, coordinamento dei freelance veneti, ha pianificato una serie di assemblee a livello provinciale per fare il punto su quanto è stato fatto e raccogliere indicazioni sui problemi e le situazioni su cui bisognerà programmare cosa fare. Per la provincia di Padova l’appuntamento è fissato mercoledì 24 febbraio, alle ore 20, presso la Sala Gruppi di Palazzo Moroni. In questa occasione Re:fusi distribuirà ai presenti un questionario anonimo per definire quale sia, azienda per azienda editoriale, la situazione e capire come si possa agire.